Salta al contenuto

Scenari gratuiti

Scenari gratuiti per prepararti all’emergenza COVID-19

L’epidemia di Coronavirus (COVID-19) ha creato una crisi sanitaria che ha comportato, tra l’altro, un grave onere formativo per ospedali, servizi medici di emergenza e strutture di assistenza a lungo termine.

Per aiutarti nella formazione del tuo personale, Laerdal Medical e i suoi partner hanno creato una serie di scenari gratuiti per fonteggiare questo stato di emergenza.

Trova i tuoi scenari

Parto naturale da donna affetta da Covid-19

In questo scenario una donna di 28 anni in travaglio è appena arrivata al reparto di ostetricia. La donna ha tosse persistente, è febbricitante e in generale mostra sintomi di Covid-19. Le contrazioni sono intense e regolari e il parto è imminente. Al suo arrivo, dopo il triage, la donna è portata con il compagno in sala parto in isolamento. La simulazione inizia quando la donna sta per partorire in sala travaglio. Si osserva che tossisce e che ha un aspetto febbricitante ma non viene fatta alcuna valutazione fisica.

Obiettivi formativi

Dopo la simulazione i discenti saranno in grado di:

  • Utilizzare i DPI secondo le linee guida
  • Riconoscere i sintomi di Covid-19
  • Assistere una donna con sospetto Covid-19 nel parto naturale di un bambino sano, mantenendo elevati standard di igiene e prevenzione delle infezioni
  • Preservare i diritti delle donne durante il travaglio e il parto
  • Raccogliere campioni di sangue per ulteriori diagnosi
  • Aumentare le precauzioni nei casi di contatto
  • Comunicare il sospetto Covid-19 al coordinatore IPC della struttura

Download scenario

Sospetta infezione (ARI ) da COVID-19

Questo scenario presenta un paziente maschio di 55 anni di età che si presenta in pronto soccorso con febbre, tosse e sensazione generale di malessere. La settimana scorsa ha fatto un viaggio in un’area che è risultata essere endemica per COVID-19. Al ricevimento in pronto soccorso gli è stata assegnata la priorità per un esame immediato e l'isolamento.

Dai partecipanti ci si aspetta che preparino i materiali, indossino i PPE[1], valutino il paziente ed eseguano il triage per la quarantena a domicilio, istruiscano il paziente, comunichino in maniera efficace all’interno di un team interprofessionale, aumentino il livello standard di precauzioni per tutti i pazienti e rimuovano in maniera sicura i dispositivi e i PPE.

Obiettivi formativi

  • Rapido e immediato riconoscimento dei pazienti sospetti
  • Eseguire un adeguato controllo del focolaio di infezione
  • Eseguire la routine di controllo e prevenzione delle infezioni (IPC[1]) per tutti i pazienti
  • Collaborare e comunicare con l'infrastruttura di IPC della struttura sanitaria
  • Applicare precauzioni standard in conformità con la presunta diagnosi
  • Effettuare una valutazione primaria di un paziente con sospetta infezione respiratoria acuta
  • Distinguere tra infezione respiratoria acuta grave ed infezione acuta delle vie respiratorie
  • Ottenere un campione per test di laboratorio in conformità con le procedure di sicurezza
  • Eseguire il triage del paziente in base ai principi generali per i pazienti con sospetta infezione COVID-19
  • Ottenere informazioni sui recenti contatti del paziente con famigliari e colleghi di lavoro

[1] IPC, Infection Prevention and Control, prevenzione e controllo delle infezioni

Download scenario

Grave infezione (SARI) da COVID-19

Questo scenario presenta l'arrivo previsto di un maschio di 71 anni di età con sospetta COVID-19. Il paziente chiamato il numero dell’emergenza, con febbre alta, tosse, dolori al petto e difficoltà respiratoria. 9 giorni fa, si è incontrato con il figlio che ora è risultato positivo al 2019-nCoV. Il paziente ha il diabete 2 e una malattia epatica cronica.

I partecipanti sono tenuti a preparare le attrezzature, indossare i PPE[1], valutare il paziente, somministrare ossigeno supplementare, ottenere un campione di sangue venoso, ordinare una lastra al letto del paziente, ed eseguire il triage per l'ammissione o all’Unità di Terapia Intensiva (UTI) o monitorato nell’Unità di Terapia Intensiva Respiratoria (UTIR), educare il paziente, comunicare in modo efficace con il team interprofessionale, intensificare le precauzioni standard per tutti i pazienti e rimuovere le attrezzature e i DPI in maniera sicura.

[1] PPE, Personal Protective Equipment, dispositivo di protezione individuale (DPI)

Obiettivi formativi:

  • Applicare precauzioni standard in base alla diagnosi presunta
  • Applicare la routine di Controllo e Prevenzione delle Infezioni (IPC[1])
  • Garantire che tutte le apparecchiature siano pronti e disponibili
  • Riconoscere rapidamente il paziente sospetto
  • Collaborare e comunicare con l'infrastruttura IPC della struttura sanitaria
  • Distinguere tra infezione respiratoria acuta grave e infezione respiratoria acuta
  • Eseguire una valutazione primaria di un paziente con infezione respiratoria acuta grave (SARI)
  • Iniziare immediatamente il trattamento del distress respiratorio
  • Allertare il coordinatore IPC dell’ospedale del sospetto COVID-19
  • Verbalizzare l’aumento del livello di precauzioni standard per il coniuge e l’accettazione
  • Ottenere campioni e diagnosi adeguati per SARI secondo le procedure di sicurezza
  • Eseguire il triage del paziente secondo i principi generali per pazienti con malattia respiratoria acuta grave (SARI)
  • Educare il paziente sulle precauzioni standard personali e sul piano di cura
  • Coordinare il trasferimento sicuro del paziente al reparto ricevente
  • Gestire le apparecchiature contaminate secondo procedura
  • Rimuovere i DPI secondo procedura


[1] IPC, Infection Prevention and Control, controllo e prevenzione delle infezioni

Download scenario 

Welcome back

Your session timed out whilst you were away. Do you want to continue signed in?

Continue Sign Out